• Karel  Appel Begging Children, 1948
    Olio su tela Die Galerie Frankfurt am Main © Karel Appel Foundation by SIAE 2015 per Karel Appel

Conferenze

sign

Fondazione Roma Museo-Palazzo Cipolla propone una serie conferenze volte ad indagare i principali temi del gruppo CoBrA. Esperti e studiosi del settore si alterneranno per illustrare l’origine e gli obiettivi della mostra, i personaggi e il contesto artistico e culturale in cui si mossero i CoBrA. 


Prenota il tuo posto alle conferenze



RICHIEDI INFORMAZIONI

 Mercoledì 20 gennaio 2016 – ore 18,00
CoBrA. Una grande avanguardia europea (1948-1951)
Relatori: Damiano Femfert, Francesco Poli

CoBrA, acronimo che identifica le tre città di provenienza dei fondatori del movimento (Copenaghen, Bruxelles e Amsterdam), fu la prima grande avanguardia europea del secondo dopoguerra.  A presentare le principali peculiarità del percorso espositivo, i curatori della mostra, Damiano Femfert e Francesco Poli, che introdurranno il gruppo grazie all’apporto di documenti, opere e curiosità, per apprezzare ed approfondire l’essenza tematica dello straordinario linguaggio degli artisti CoBrA.


Prenota il tuo posto alla conferenza>

Mercoledì 27 gennaio 2016 – ore 18,00
CoBrA, un’arte libera: conversazione con Jean-Clarence Lambert
Relatori: Jean-Clarence Lambert, Francesco Poli

Francesco Poli, curatore della mostra, incontra Jean-Clarence Lambert. Poeta, saggista e critico d’arte parigino, nonché testimone e compagno di viaggio del gruppo CoBrA, Lambert ha dedicato al movimento una serie di pubblicazioni in cui definì i pensieri e gli orientamenti destinati a fare storia.

Prenota il tuo posto alla conferenza>

Mercoledì 10 febbraio 2016 – ore 18,00
L’influenza di CoBrA nelle nuove generazioni artistiche
Relatore: Danilo Eccher

Nella storia dell’arte del secondo dopoguerra CoBrA rappresenta un caso eccezionale. È il primo vero gruppo organizzato di vocazione e portata internazionali, erede dello spirito più radicale delle avanguardie storiche e allo stesso tempo sostenitore di importanti formulazioni teoriche e pratiche operative, che hanno costituito un punto di svolta innovativo di notevole influenza sugli sviluppi pittorici e plastici successivi, che ancora oggi influenza generazioni di giovani artisti. Danilo Eccher, critico d’arte e curatore italiano, indaga le contaminazioni e gli sviluppi del movimento CoBrA nel panorama dell’arte contemporanea.

Prenota il tuo posto alla conferenza>

Mercoledì 9 marzo 2016 – ore 18,00
CoBrA in Italia. Asger Jorn e Pinot Gallizio
Relatori: Giorgina Bertolino

L’esperienza di CoBrA in Italia si sviluppa nel segno dello sperimentalismo e dello spirito collettivo, seguendo i tragitti delle idee e la biografia di Asger Jorn, in una fitta rete di contatti che coinvolge artisti come Fontana, Scanavino, Baj, Dangelo e Gallizio. Una delle esperienze più significative è la fondazione del Laboratorio sperimentale di Alba, un’officina creativa e teorica, lo spazio che avvera i concetti che saranno alla base della nascita, nel 1957, dell’Internationale Situationniste. La collaborazione e la lunga amicizia che legano Jorn a Gallizio, costituiscono il filo rosso del racconto di Giorgina Bertolino, storica dell’arte del Novecento, che attraverso immagini di opere, fotografie d’epoca e documenti, ricostruisce la stagione delle “Internazionali”, nella cornice del confronto tra estetico e politico.

Prenota il tuo posto alla conferenza>

Mercoledì 23 marzo – ore 18,00
“Musique phenomenale” e “Art brut”. Sperimentazioni tra Jean Dubuffet e CoBrA
Relatore: Francesca Pola

Le Expériences musicales di Jean Dubuffet, nate su sollecitazione dell’amico artista Asger Jorn, propongono una musica radicalmente rivoluzionaria, che intende restituire la realtà e i suoi “fenomeni” in presa diretta, senza mediazioni intellettualistiche, ma semplicemente attraverso la registrazione e ricomposizione del materiale sonoro che la costituisce. Il fluire libero della realtà si traduce anche nelle immagini della cosiddetta “Art Brut”, teorizzata e sperimentata da Dubuffet stesso a partire dal 1947 come un’arte spontanea realizzata secondo automatismi primordiali, spesso con esiti onirici, la cui considerazione ha un ruolo significativo anche nel movimento CoBrA. A ricostruire le analogie e i parallelismi che caratterizzano la musica “fenomenale” e l’arte spontanea è Francesca Pola, storica e critica d’arte contemporanea.

Prenota il tuo posto alla conferenza>


Ingresso gratuito dietro presentazione del biglietto di mostra.
Prenotazione consigliata, ingresso fino a esaurimento posti. Per prenotare il tuo posto clicca qui. Si consiglia di presentarsi 15 minuti prima dell’inizio della conferenza, la prenotazione decade alle ore 17.55.

Le conferenze hanno una durata di circa 1 ora e 30 minuti e si svolgono presso la sala conferenze di Palazzo Sciarra (Ingresso via Marco Minghetti 17).